Canone TV 2018: disponibile il modello per richiedere l’esenzione

Esonero dal pagamento del Canone Rai per l'anno 2018, c'è tempo fino al 31.01.2018 per l'invio del modello di dichiarazione sostitutiva di non detenzione, ma è meglio attivarsi entro il 20 dicembre

Entro il 31 gennaio 2018, chi è titolare di un’utenza elettrica, ma non possiede un apparecchio televisivo, per non pagare il canone TV 2018, deve presentare il modello di dichiarazione sostitutiva di non detenzione.

Ricordiamo infatti che la dichiarazione sostitutiva di non detenzione per avere effetto a partire dal 1° gennaio di un dato anno di riferimento deve essere presentata a partire dal 1° luglio dell’anno precedente ed entro il 31 gennaio dell’anno di riferimento stesso, quindi ad esempio, per avere effetto per l’intero canone dovuto per il 2018, la dichiarazione sostitutiva di non detenzione deve essere presentata dal 1° luglio 2017 al 31 gennaio 2018.

Esempio per l’anno 2018

La dichiarazione presentata

  • dal 1° luglio 2017 al 31 gennaio 2018 esonera dal pagamento per l’intero anno 2018
  • dal 1° febbraio al 30 giugno 2018 esonera dal pagamento per il secondo semestre (luglio-dicembre 2018)

 

Dato che la corretta presentazione della dichiarazione interrompe l’addebito del canone dalla prima rata utile successiva alla ricezione della stessa, per evitare che nella bolletta di gennaio venga addebitato il canone TV non dovutosi consiglia di attivarsi preventivamente, e trasmettere la dichiarazione sostitutiva di non detenzione entro il 20 dicembre 2017 se viene presentata per posta in forma cartacea, per evitare di dover poi richiedere il rimborso con il modello "Richiesta di rimborso del canone di abbonamento alla televisione per uso privato pagato mediante addebito nelle fatture per energia elettrica”.
La stessa dichiarazione può essere presentata anche dall’erede che debba comunicare che l’utenza resta temporaneamente intestata a una persona deceduta, purché ovviamente nell’abitazione collegata all'immobile, non vi sia un apparecchio televisivo.

Ricordiamo che il Canone TV, comunemente conosciuto come “Canone RAI”, è dovuto da quei contribuenti che sono titolari di un’utenza elettrica e posseggono un apparecchio televisivo, nell'abitazione collegata a tale utenza. Il Canone TV è dovuto una sola volta per nucleo familiare, con “automatico” addebito nella bolletta dell’utenza elettrica, suddiviso in 10 rate, a partire da gennaio e fino a ottobre.

 

gallery/ebayimage
gallery/amazon_offerte inserzione_orizzontale
gallery/tips-fanpage-facebook
gallery/facebook (2)
gallery/59f1f900bbddbd37cc58c94f

Rimani sempre aggiornato sulle novità iscriviti ai Social Media ed alla Newsletter

Ti possono interessare anche le GUIDE / TUTORIAL a TUTTI i BONUS, CREARE un IMPRESA, DIFENDERSI dalle BANCHE e dalle FINANZIARIE

gallery/banner336x280_videoguide
gallery/banner_imprese_grande
gallery/videoguidesito
gallery/grego

Non sempre però un soggetto che sia titolare di un’utenza elettrica, possiede un apparecchio televisivo. La domanda comune che tali soggetti si pongono è: in questo caso il Canone TV è dovuto?

In tali casi, chi è titolare di un’utenza elettrica, per non pagare il canone Tv 2018deve comunicare all’Agenzia delle entrate oppure alla Rai, non oltre il 31 gennaio 2018l’assenza di un apparecchio televisivo, nell’abitazione per la quale l’esenzione è richiesta. La comunicazione dovrà essere effettuata utilizzando l’apposito modello di dichiarazione sostitutiva di non detenzione, disponibile online. La dichiarazione sostitutiva (contenuta nel modello) ha valenza annuale e come tale dovrà essere rinnovata ogni anno.

Il modello per la dichiarazione sostitutiva è disponibile anche sui siti dell’Agenzia delle entrate e della Rai.
Può essere trasmesso alternativamente tramite:

  • l’apposita piattaforma web disponibile sul sito dell’ufficio delle Entrate, ove si disponga delle credenziali per accedere al sistema Fisconline o Entratel, oppure tramite gli intermediari abilitati (Caf o professionisti);
  • il servizio di posta, allegando un documento di riconoscimento, in un plico raccomandato senza busta, all’indirizzo: Agenzia delle entrate Ufficio di Torino 1, S.A.T. – Sportello abbonamenti tv – Casella Postale 22 – 10121 Torino;
  • PEC con firmata digitale, all’indirizzo cp22.sat@postacertificata.rai.it.

Ricordiamo, per completezza, che il modello darà la possibilità al contribuente di godere dell’esenzione dal Canone TV per il 2018 ove, nell’abitazione connessa all’utenza elettrica per la quale è richiesta l’esenzione, né lui né altro membro del proprio nucleo familiare, sia in possesso di un apparecchio televisivo.

gallery/canone-rai-come-non-pagare-e-modulo-esenzione